Home / News / Diradamento capelli perché avviene, quando dobbiamo preoccuparci

Diradamento capelli perché avviene, quando dobbiamo preoccuparci

Diradamento capelli perché avviene, quando dobbiamo preoccuparci

Quando cominciano a cadere i capelli è normale preoccuparsi, ma prima di allarmarsi bisogna capire alcuni aspetti che permettono di verificare l’entità del problema.

Spesso ci accorgiamo di lasciare capelli nella doccia, quando ci pettiniamo, e di tirare dei ciuffi che avvertono come ci sia un diradamento capelli in corso.

Spesso i capelli cadono in autunno o durante i cambi stagionali, il che è un avvenimento del tutto normale, ma quando è opportuno preoccuparsi per la salute dei capelli? Vediamo di saperne di più.

Perché avviene il diradamento capelli

La prima cosa da tenere in considerazione sul diradamento capelli è che questo può avvenire per diversi fattori. Uno dei più frequenti è sicuramente lo stress, ma determinanti nella caduta dei capelli sono anche i cambiamenti ormonali tipo quelli post gravidanza o durante la menopausa.

La caduta dei capelli può nascondere anche problemi di salute, come ad esempio un disturbo alla tiroide.

Proprio per evitare di incorrere in problematiche più gravi è sempre consigliabile non sottovalutare il problema del diradamento capelli e prestare attenzione ai vari fattori che possono causarlo.

caduta capelli a ciuffi

Quando preoccuparsi

Ecco quando preoccuparsi in presenza di diradamento capelli:

Quantità di capelli che cadono – considerato che ogni individuo può perdere fino a 100 capelli al giorno, soprattutto durante i cambiamenti di stagione, è comunque chiaro che se i capelli che cadono sono molti di più non si tratta di una cosa normale. Quindi, se notate un aumento della caduta elevato è opportuno consultare uno specialista che può dare una risposta al problema.

Caduta anomala persistente – se la caduta dei capelli persiste da più di due mesi allora anche in questo caso non bisogna trascurare il problema e bisogna rivolgersi ad un esperto.

In quale periodo capita – se la caduta dei capelli avviene a primavera o in autunno si tratta di un fatto normale, ma se invece il diradamento si prolunga anche in altri periodi dell’anno allora il fenomeno deve essere tenuto sotto controllo.

In questi casi è quindi opportuno sottoporsi ad una visita tricologica per capire a cosa è dovuta la perdita dei capelli e individuare l’eventuale problema.

Comparsa di chiazze – Se compaiono delle chiazze sulla testa oltre alla caduta dei capelli e iniziano a vedersi diradamenti consistenti potrebbe trattarsi di un tipo di alopecia.

Se la causa è dovuta ad un cattivo funzionamento delle ghiandole sebacee si parla di alopecia seborroica, mentre se si tratta di cause genetiche allora si tratta di alopecia androgenetica. In questi casi è sempre consigliabile sottoporsi ad una visita specialistica per poter individuare la causa con certezza e trovare una cura specifica per risolvere il problema.

Valutare il proprio stile di vita – Una concreta analisi del proprio stile di vita e delle propri abitudini è indispensabile per capire se è bene sottoporre il problema della caduta di capelli ad un professionista. In tutti i casi in cui si è sotto tensione o stress o magari c’è stato un forte trauma o cambiamenti radicali nel regime alimentare e cominciano a diradare i capelli è sempre consigliabile consultare un esperto per fare un’attenta analisi del problema.

Check Also

testoreno e capelli

Testosterone e capelli: c’è una correlazione?

Testosterone e capelli: c’è una correlazione? Esiste davvero un collegamento tra questo ormone quando è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *